Tg Ambiente, edizione del 14 settembre 2021

0
4

– SMOG MINACCIA SALUTE E RISCHIO 1,5-2,3 MLD MULTE UE
L’Italia è davanti a un bivio: pagare una multa miliardaria per inadempienza alla Commissione Europea, stimata da 1.5 a 2.3 miliardi di euro, oppure agire efficacemente e con urgenza per ridurre l’inquinamento delle nostre città. Il nostro Paese ha infatti all’attivo tre procedure di infrazione europee relative a territori dove la salute dei cittadini è stata messa ripetutamente a rischio per le elevate concentrazioni degli inquinanti atmosferici. Sono già 11 le città che a inizio settembre hanno sforato, con almeno una centralina, il limite previsto per le polveri sottili, ossia la soglia dei 35 giorni nell’anno solare con una media di PM10 giornaliera superiore ai 50 microgrammi/metro cubo. Maglia nera a Verona e Venezia con 41 giorni di sforamenti, seguite da Vicenza con 40, Avellino e Brescia con 39, Cremona e Treviso con 38, Alessandria, Frosinone e Napoli con 37, Modena con 36. È quanto emerge dal dossier ‘Mal’aria 2021 edizione speciale – I costi dell’immobilismo’ nel quale l’associazione segnala i ritardi nell’applicazione dei provvedimenti di emergenza e dei piani di risanamento dell’aria, sia da parte del Governo che delle principali Regioni italiane. Il numero di città rischia di aumentare considerevolmente visto che Padova e Rovigo sfiorano il limite, registrando 35 giorni di sforamento al 6 settembre 2021, mentre la città di Torino ne registra 34. Vicine alla soglia critica anche Asti (con 33 giorni di sforamenti), Lodi e Reggio Emilia (32), Bergamo e Caserta (31) e Parma (30). Città che inevitabilmente supereranno i limiti nel corso dell’autunno e dell’inverno prossimi.
– AL PARCO GRAN PARADISO NASCE GIARDINO DEI GHIACCIAI
È nato nel Parco Nazionale del Gran Paradiso il Giardino dei Ghiacciai, un’azione concreta in difesa dell’ambiente, inaugurato da FRoSTA, azienda del settore surgelati impegnata nella ricerca e nello sviluppo di prodotti e processi di produzione sempre meno impattanti, insieme a Legambiente. Sono stati recuperati i sentieri e le iscrizioni storiche incise negli ultimi 150 anni ai bordi dei ghiacciai del Gran Paradiso, lungo la Valnontey, per segnarne il limite e analizzarne il ritiro, e che nel tempo sono parzialmente scomparse. Grazie alle ricerche del Comitato Glaciologico italiano e a questa iniziativa di valorizzazione, i segnali sono stati ritrovati e oggi nuovamente accessibili e visibili sia agli studiosi, sia ai visitatori del Parco. Il percorso tra i segnali crea dunque un vero e proprio sentiero, il Giardino dei Ghiacciai, che trasforma un’eredità scientifica in un patrimonio culturale sul cambiamento climatico. Una targa esplicativa è stata posta all’ingresso del Parco per dare informazioni sul progetto ai visitatori e attraverso un QR code, conduce a ulteriori approfondimenti.
– DA ENEA SISTEMA LASER CONTRO SOFISTICAZIONI CIBO
Si chiama ‘SafeFood’, lo ha realizzato ENEA ed è il primo sistema laser fotoacustico contro le sofisticazioni alimentari a disposizione di industrie alimentari e grandi catene di distribuzione. Il prototipo è in grado di rintracciare, in tempo reale, contaminanti su campioni non trattati con il prelievo di piccole quantità di prodotto. Il sistema laser è stato progettato per essere installato lungo le linee di produzione, è facilmente trasportabile e si caratterizza per la rapidità di esecuzione della misura che viene svolta in pochi minuti. I ricercatori ENEA stanno già lavorando a un secondo prototipo da utilizzare direttamente nei punti vendita, dagli scaffali dei negozi ai banchi del mercato. Il sistema, infatti, non richiede il pretrattamento del campione con reagenti chimici e può quindi essere facilmente utilizzato da personale non specializzato, dopo una breve formazione.
– A POLLICA CONCLUSA 2DO FOOD&CLIMATE SHAPERS BOOT CAMP
Si è conclusa la seconda edizione del Food&Climate Shapers Boot Camp – Mediterraneo Edition’, il progetto formativo dedicato ai temi della Dieta Mediterranea e della rigenerazione ecologica integrale organizzato dal Future Food Institute, che per una settimana ha tenuto tutti i partecipanti in Cilento, in location suggestive come il castello dei Principi Capano di Pollica e le grotte paleolitiche di Marina di Camerota. L’evento è stato anche l’occasione per siglare un’intesa tra i Comuni di Pollica e di Camerota e il Future Food Institute per cominciare a costruire un network ampio sulla valorizzazione del territorio e della Dieta mediterranea.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Tg Ambiente, edizione del 14 settembre 2021 proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here